User: Password:
Ricordami [Non selezionare se altre persone usano il tuo computer]
l

Pesante critica di Julien Lizeroux alla FIS

01/01 | di Redazione© RIPRODUZIONE RISERVATA
foto6613
Nella foto: Julien Lizeroux (Zoom)
Definisce 'aberrante' il criterio di partecipazione al City Event di Monaco L'atleta savoiardo non è ancora rientrato dal suo infortunio, ma è sempre attento a ciò che accade in Coppa del Mondo. Questa mattina, infatti, ha inviato ai dirigenti FIS - e postato sul suo blog - una lettera aperta in cui critica le modalità di qualificazione al City Event di Monaco.
Una volta appresa la lista dei partecipanti allo slalom di Monaco, non si è stupito di vedere nomi di atleti non proprio di primo piano e ha voluto presentare ai suoi numerosi fans le modalità di convocazione per l'evento di Monaco. Al City Event infatti, sono, come standard, qualificati i primi 12 atleti della WCSL di slalom oltre ai primi 4 della WCSL generale (modalità di selezione - secondo Lizeroux - già abbondantemente criticata dalla maggior parte degli atleti), ma in caso un atleta sia assente o infortunato, il pettorale per la gara non passa, come sarebbe normale, all'atleta seguente nella WCSL, bensì la federazione di appartenenza dell'atleta mancante conserva il diritto a schierarne un altro.  Una modalità di selezione che il francese definisce 'aberrante' e che svantaggia gravemente quegli atleti che non potranno partecipare, soprattutto tenendo conto che l'evento di Monaco assegnerà punti per la classifica di Coppa del Mondo di slalom. Lizeroux fornisce quindi alcuni esempi lampanti dell'assurdità del regolamento: Hannes Reichelt, quinto nella WCSL (ma quarto se consideriamo che Hirscher è già presente nei primi 12 della WCSL di slalom), non prenderà parte alla gara. Sulla base del regolamento l'Austria manterrà il diritto alla partecipazione di un atleta, quindi schiererà Reinfried Herbst, cinquantacinquesimo nella WCSL, ma ventesimo nella WCSL di slalom; in questo modo Herbst potrà portare a casa punti utili ai fini della classifica di slalom a tutto svantaggio di atleti che avrebbero meritato più di lui la partecipazione. Analogo discorso per la Svizzera, che non potendo schierare Beat Feuz, conserva il diritto alla quota e fa prendere parte alla gara a Luca Aerni, giovane e promettente atleta che ha partecipato ad una sola gara di Coppa del Mondo e che quindi avrà la possibilità di portarsi a qualche punto per la classifica di Coppa del Mondo.  Immaginiamoci infine - queste le parole del francese - cosa starà pensando Manfred Moelgg, quarto nella classifica provvisoria di slalom di Coppa del Mondo, ma solo quattordicesimo nella WCSL di slalom e quindi escluso dalla competizione. Durissime le parole rivolte da Lizeroux ai dirigenti FIS e alle Federazioni Nazionali di sci per questa scelta ed in chiusura una frase che appare quasi un monito. «Ancora una volta la gara si svolgerà e ancora una volta si potrà puntare il dito contro coloro che hanno criticato. Ma non si potrà mai cancellare l'idea che i maggior attori della Coppa del Mondo sono gli atleti, che dovrebbero essere al centro dei progetti presenti e futuri di sviluppo e promozione dello sci nel mondo. A buon intenditore...».  

I COMMENTI DEI NOSTRI LETTORI

Lascia un Commento

I commenti sono riservati agli utenti registrati.

Per lasciare un commento Registrati oppure effettua il Login

*
Mulatero Mulatero Editore srl - P.IVA e C.F. 08903180019 - Per la pubblicità su questo sito Mulatero editore | contatti